Perchè Iscriversi

ISCRIZIONI ANNO 2017 – I VANTAGGI RISERVATI AI SOCI ANDI

Logo ANDI

 

 Gentile collega,

approfittiamo del periodo pre-iscrizioni per ricordarti di rinnovare la tua adesione ad ANDI sez. provinciale di Messina; entrerai o continuerai a far parte della più grande Associazione di categoria del nostro settore, solido punto di riferimento sia a livello locale che nazionale.

Riportiamo di seguito tutti i vantaggi per i Soci offerti da ANDI Nazionale:

-  Difendere il futuro della libera professione

-  Combattere l’abusivismo ed il turismo odontoiatrico

-  Informazioni sindacali, culturali e fiscali costanti e tempestive tramite news dedicate.

Leggi tutto...

Tassa di Concessione Governativa e di ispezione sul radiografico

TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE REGIONALI, DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 22 GIUGNO 1991 N. 230, RICHIAMATO DALL'ART. 6 DELLA LEGGE REGIONALE 24 AGOSTO 1993, 24

Nel ricordarvi che il 31 gennaio è il termine ultimo per il pagamento annuale della tassa di concessione governativa, vi proponiamo la seguente informativa:

L’art. 6 della legge regionale 24 agosto 1993, 24 stabilisce che “ nelle more della disciplina organica della materia……gli atti ed i provvedimenti di competenza della Regione elencati nella tariffa annessa al decreto legislativo 22 giugno 1991, n.230, sono soggetti alle tasse sulle concessioni governative regionali nella misura prevista dalla tariffa allegata al predetto decreto legislativo, e successive modificazioni. Continuano ad applicarsi le tasse sulle concessioni governative agli atti ed ai provvedimenti di competenza della Regione inclusi nella tabella allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 641 e non elencati nella tariffa annessa al decreto legislativo 22 giugno 1991, n. 230…..”

Leggi tutto...

 


 IN EVIDENZA 

Abusivismo odontoiatrico, qualcosa si muove. Parere favorevole in Commissione al DdL Marinello andimessina.it

abusivismo

La Commissione Igiene e Sanità del Senato ha dato parere favorevole, al disegno di legge 471 (DdL Marinello) e 730 (DdL Barani) che modifica l’Art. 348 del codice penale inasprendo le pene per chi esercita senza titoli una professione e introduce l‘aggravante per chi esercita una professione sanitaria senza titoli.
La proposta di legge punta ad inasprire le pene per chi esercita abusivamente una professione, per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, con la reclusione fino a due anni e con la multa da 10.329 euro a 51.646 euro.

Chi esercitando abusivamente una professione sanitaria o un’arte ausiliaria delle professioni sanitarie cagiona la morte di una persona viene punito con la reclusione da dieci a diciotto anni. Ove l’esercizio abusivo cagioni lesioni personali si applica la pena della reclusione da tre a dodici anni. Stesse pene per il prestanome.
Il reato è aggravato se il consenso della persona offesa è ottenuto con artifici e raggiri o con l’induzione all’errore. La condanna comporta la pubblicazione della sentenza e la confisca del materiale destinato all’esercizio abusivo.
Siamo molto soddisfatti e speriamo che i provvedimento arrivi presto in Aula per la discussione”, commenta il Presidente Nazionale Gianfranco Prada. “Voglio ringraziare l’amicoGiuseppe Marinello (dentista già Tesoriere Nazionale ANDI NdR) per la perseveranza che lo ha sempre distinto nella sua azione politica per combattere l’abusivismo odontoiatrico. Come ANDI continueremo a sostenerlo nella sua azione a tutela della salute dei cittadini e dell’onorabilità della nostra professione”.